News

ilFAREDIGITALE

Immagine news

Nasce in Friuli Venezia Giulia la prima “Impresa Formativa” italiana. Metà azienda, metà scuola, che dal prossimo 26 ottobre proporrà i primi 3 corsi per preparare le figure professionali del futuro, necessarie quanto rare, tipiche dell’Industry 4.0. A presentare l'iniziativa un evento che si svilupperà su due fine settimana: sabato 10 e domenica 11 ottobre e sabato 17 e domenica 18 ottobre nella piazza degli eventi di Città Fiera. Sabato 10 ottobre dalle ore 10.00 la presentazione del progetto con gli interventi delle autorità.

Dalle 10:00 alle 18:00 due fine settimana completamente dedicati al tema dell’innovazione declinato nella prospettiva del futuro, dell'economia, dell'occupazione e della creatività con l'esposizione di prodotti innovativi sviluppati da aziende del territorio e con la presenza di esperti dei settori di riferimento in grado di rispondere e dare supporto a quanti interessati all’argomento o alla frequentazione dei corsi.

Massimo l’impegno della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia che ha selezionato dalla propria banca dati ben 13.409 candidati tra persone prive di occupazione o in cerca di primo impiego. Tutti riceveranno un sms e una email con ampia spiegazione dei corsi, delle tematiche affrontate e circa le modalità di accesso.

COMET, Cluster della metalmeccanica friulana, (un comparto che comprende 3.800 aziende manifatturiere e dà lavoro 58 mila persone) è tra le istituzioni che sostengono Il Fare Digitale, iniziativa in cui riconosce un potenziale anello di congiunzione tra formazione e tessuto produttivo, che saprà soddisfare la crescente esigenza degli imprenditori di arruolare figure professionali capaci di operare nell’ambito dell’industria 4.0.

Sabato 10 ottobre alle ore 11.00 presso Piazza Show Rondò, il primo incontro dal titolo Innovazione & Futuro vedrà come moderatore Alessandro Russello Direttore del Corriere del Veneto, vedrà la partecipazione dell'Assessore alle Attività Produttive e al Turismo delle Regione Friuli Venezia Giulia Sergio Bini presenti i seguenti relatori: PierAntonio Azzalini responsabile Digital Strategy di Fincantieri, Roberto Siagri Ceo di Eurotech, Daniele Cozzi per Friuli Innovazione e Franco Scolari direttore del Polo Tecnologico di Pordenone.

Domenica 11 ottobre sempre alle ore 11.00 il secondo incontro dal titolo Innovazione & Economia, moderato da Paolo Ermano, docente di Economia Internazionale all'Università degli Studi di Udine dell’economista Fulvio MattioniJury De Col, General Manager di FreTor, Guido Bortoluzzi, docente del MIB School of Management.

Sabato 17 ottobre ore 11.00 si apre il secondo fine settimana di incontri con il tema Innovazione & Occupazione, moderato dal Direttore del Messaggero Veneto Omar Monestier. All'incontro in agenda alle 11.00 interverranno: l'Assessore al lavoro, formazione, istruzione, ricerca, università e famiglia Alessia Rosolen,  Giovanni Bearzi della B.Eng, Enrico Cividino per Porzio e Andrea Battistoni, direttore cabina di regia della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Gioacchino Acampora per Castagna Milano.

Domenica 18 ottobre sempre alle ore 11:00 l’incontro Innovazione & Creatività, moderato da Lorenzo Marchiori giornalista del Gazzettino. All'incontro saranno presenti: Terry Giacomello, Chef del Ristorante Inkiostro e protagonista di Masterchef, Luca Missoni, Missoni, Christian Tomadini CEO La Cividina, e Andrea Sanguinetti di Alias Design.

Gli incontri di approfondimento saranno un'anticipazione delle opportunità date dai tre corsi per preparare le figure professionali, necessarie quanto rare, tipiche dell’Industry 4.0 in partenza a fine ottobre. I corsi si svolgeranno presso la Fiera di Udine negli spazi dell’ex cotonificio, grazie a IAL e Castagna Milano, azienda storica italiana del settore automobilistico. Il programma formativo è tutto basato sulla produzione addittiva (stampa 3D) e sotrattiva (centri di fresatura a 5 assi) rivolto a formare professionisti nel settore del “pezzo unico”, delle piccole e medie produzioni, tipiche delle migliori realtà artigiane e delle PMI italiane. La prima parte dei corsi sarà in aula dove verranno insegnate le tecniche di modellazione 3D necessarie a produrre i modelli virtuali destinati ad essere prodotti. La successiva fase vedrà gli allievi concentrati sulla produzione degli oggetti da loro progettati per imparare a gestire al meglio le attrezzature 4.0 messe a loro disposizione. Uno stage interno nella parte aziendale della scuola preparerà allo stage esterno presso le aziende interessate a queste professionalità da inserire in organico.

Ricordiamo che i corsi in partenza sono:

ARTIGIANO DIGITALE (avvio 26 ottobre 2020 e chiusura 26 maggio 2021). Evolvere dal mondo manuale ai sistemi digitali per diventare artigiano del terzo millennio: scoprire le tecniche di base per fresare e stampare i modelli 3D e conoscere i sistemi  basati sulla tecnologia Arduino. CORSO di 880 ore per la Qualifica Professionale di 3° livello EQF, finanziato dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, per donne e uomini privi di occupazione con diploma di scuola media.

DESIGNER DIGITALE (avvio 26 ottobre 2020 e chiusura 6 maggio 2021). Professionista capace di creare in 3D le idee costruendo il prototipo mediante stampa 3D e fresatura a 5 assi. CORSO di 800 ore con l’acquisizione del CERTIFICATO DI SPECIALIZZAZIONE IFTS e rilascio di crediti universitari, finanziato dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, per donne e uomini privi di occupazione con diploma di scuola superiore o diploma professionale.

MAKER DIGITALE (avvio 16 novembre 2020 e chiusura 30 giugno 2021). Figura specializzata nella produzione di componenti, capace di modellare in 3D e gestire produzioni realizzate in stampa 3D o fresatura a 5 assi. CORSO di 1.000 ore per la Qualifica Professionale di 4° livello EQF, finanziato dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, per donne e uomini privi di occupazione con diploma di scuola superiore o qualifica/diploma professionale preferibilmente in ambito grafico/meccanico/tecnico.

L’operazione è cofinanziata dal Fondo Sociale Europeo nell’ambito dell’attuazione del POR  FVG

07/10/2020