News

RIMETTERSI IN GIOCO CON PIPOL

Pipol

Offrire una nuova opportunità di qualificazione o riqualificazione professionale: da questo obiettivo nasce PIPOL, lo strumento per le politiche attive del lavoro che la Regione Friuli Venezia Giulia ha messo in campo attraverso percorsi dedicati ad adulti che cercano lavoro (disoccupati, in cassa integrazione o in mobilità), e giovani non impegnati in percorsi di istruzione o formazione. E nel rafforzare il messaggio sulle potenzialità che i corsi a catalogo FPGO (Formazione Permanente Gruppi Omogenei), di qualifica professionale, o su commessa aziendale possono offrire, abbiamo parlato con chi questa strada ha deciso di percorrerla, e ha voluto condividere la propria storia. Alle volte dettata da una scelta coraggiosa, di cambiamento sostanziale, alle volte di perfezionamento di un percorso già intrapreso, ma che aveva bisogno di un ulteriore slancio.

 

Da maître di sala ad agente assicurativo

Un’occasione per ricominciare, anche cambiando completamente ambito, come ci racconta Jenny Gorgato che, da tempo legata al settore alberghiero, sceglie di svoltare, almeno apparentemente. << Per me questo corso è stato illuminante. Lo avevo già notato in passato, ma, per dedicarmi al mio mestiere principale, avevo accantonato l’idea. Quando è arrivato il blocco a casa, ho colto l’occasione: le lezioni erano per me uno spunto per approfondire gli argomenti attraverso un metodo veloce di apprendimento, acquisito durante il corso. Anche se provengo da un mondo dove l’empatia con il cliente è alla base della mia professione, ho studiato le tecniche commerciali più efficaci per aumentare le probabilità di chiusura del contratto. E non solo. Grazie alle simulazioni pratiche, sono arrivata in azienda con una preparazione di base che mi ha permesso di avere quello sprint in più. >>

 

Ripartire con la Partita IVA

Anche Mauro Biolcati si racconta << Avevo già un’esperienza pregressa nel settore assicurativo e una buona preparazione sui contenuti. Cercavo un corso che mi aiutasse a perfezionare l’aspetto commerciale, e a farmi vedere una prospettiva differente nel percorso lavorativo. Oltre a fornire una buona preparazione grazie alla professionalità dei docenti, questa scelta mi ha aiutato a decontestualizzare la mia situazione, confrontandomi con persone che hanno avuto un’esperienza simile alla mia. E, soprattutto, a ridarmi fiducia nel poter costruire qualcosa con le mie capacità. >>

 

Una decisione vincente

I numeri delle persone che, a seguito di un programma Pipol, sono riuscite a ricollocarsi nel mondo del lavoro sono confortanti. A partire dal corso di qualifica professionale in “Tecnico delle Assicurazioni”: 600 ore di cui 292 in stage, dove la metà delle persone, tra cui Jenny e Mauro, hanno avuto l’opportunità di continuare l’esperienza lavorativa dopo lo stage. Ma anche tra i corsi a catalogo, che riscontrano un feedback interessante e in tempi decisamente corti. Come ad esempio “Tecniche di gestione del banco freschi”: conclusasi lo scorso 11 giugno a Udine, vede 4 persone su 8 già attive nel mondo del lavoro, mentre a Pordenone lo stesso corso chiude con addirittura 7 persone su 10 già assunte. E non solo under 30.

 

Scopri di più sul tema: 

Scopri di più sul progetto: 

15/07/2021