News

19/11/2019

Immagine news

SEMI - Semiconductor Equipment and Materials International un'associazione industriale a livello mondiale di aziende che forniscono attrezzature, materiali e servizi per la produzione di semiconduttori, pannelli fotovoltaici, display a LED e a schermo piatto, sistemi microelettromeccanici (MEMS), elettronica stampata e flessibile e relative micro e nanotecnologie – e 19 partner di 14 paesi hanno dato avvio oggi ad un progetto di collaborazione tra le industrie del settore della microelettronica e i soggetti impegnati a varo titolo nell’istruzione e formazione professionale finalizzato a colmare il divario di competenze del settore e aumentare il livello di diversificazione della forza lavoro. Il progetto, denominato “METIS - Microelectronics Training, Industry and Skills” - si concentrerà sulle competenze e sulle azioni formative necessarie a supportare gli asset emergenti quali l'intelligenza artificiale (AI), la guida autonoma e l’Industria 4.0.

Il progetto METIS, cofinanziato dal programma Erasmus+, mette insieme 19 partner di 14 paesi per lavorare allo sviluppo delle competenze settoriali e superare la carenza di competenze nella filiera produttiva di componenti e sistemi elettronici. Attraverso il progetto METIS, SEMI e le organizzazioni partner istituiranno un osservatorio sulla microelettronica e un consiglio per lo sviluppo delle competenze composto dai rappresentanti dell'industria, del mondo accademico, delle ONG, dei centri di ricerca e degli organi di governo. Svilupperà una strategia per il potenziamento delle competenze a supporto delle industrie della microelettronica in Europa, con particolare attenzione alla valorizzazione dei profili professionali e delle competenze fondamentali per il futuro del settore. Si promuoverà la formazione a distanza (online), l'apprendimento basato sul lavoro nella progettazione e produzione di microelettronica.

Il progetto METIS, un’alleanza per lo sviluppo delle competenze settoriali cofinanziata dal programma Erasmus +, è stato sviluppato per superare la carenza di competenze nella filiera produttiva di compontenti e sistemi elettronici. Nell’ottica METIS, SEMI e le organizzazioni partner istituiranno un Osservatorio sulla microelettronica e un Consiglio per lo sviluppo delle competenze composto dai rappresentanti dell'industria, del mondo accademico, delle ONG, dei centri di ricerca e degli organi di governo. Il consorzio svilupperà una nuova strategia per il potenzimanto delle competenze a supporto delle industrie della microelettronica in Europa, con particolare attenzione alla valorizzazione dei profili professionali e delle competenze fondamentali per il futuro del settore. Il progetto promuoverà la formazione a distanza (on line) e l'apprendimento basato sul lavoro nella progettazione e produzione di microelettronica. METIS promuoverà inoltre il coinvogimento formativo e lavorativo nel settore della microelettronica dei gruppo meno rappresentati, in particolare donne e giovani.

 METIS, un progetto quadriennale, riceverà 4 milioni di euro in finanziamenti pubblici da investire nello sviluppo della forza lavoro da destinare alle industrie del settore della microelettronica in Europa.

"La carenza di talenti è una delle problematiche più difficili rilevate oggi dale imprese associate a SEMI ", ha dichiarato Laith Altimime, presidente di SEMI Europa. “ Siamo entusiasti di collaborare con aziende e università leader in tutta Europa per aiutare a costruire un solido canale di formazione/reclutamento di talenti cruciale per l'innovazione e la crescita del settore della microelettronica ".

"La digitalizzazione è l'opportunità chiave per lo sviluppo dell’economia orientata alla conoscenza propria dei nostri tempi, in particolare per l'Europa, e le soluzioni applicate ai semiconduttori sono i driver chiave della digitalizzazione", ha affermato Sabine Herlitschka, Presidente di Infineon Technologies Austria AG, partner  del consorzio METIS. "Pertanto, la microelettronica offre opportunità di lavoro estremamente interessanti in primo luogo negli ambiti della ricerca e delle sue applicazioni. Con questo progetto, dobbiamo trasmettere questo entusiasmo ai talenti più giovani, in particolare le donne. Un modo per farlo è rafforzare la collaborazione tra l'industria e gli istituti di istruzione e formazione professionale. Questo è un obiettivo strategico del progetto METIS.

Le alleanze per lo sviluppo delle competenze settoriali operano con la finalità di migliorare le competenze e fornire una chiara strategia di sviluppo in settori specifici attraverso un approccio combinato finalizzato, da un lato, ad identificare le esigenze esistenti o emergenti del mercato del lavoro specifiche del settore e, dall’altro, a migliorare la capacità di risposta delle organizzazioni dell’istruzione e formazione professionale alle esigenze del comparto. Le alleanze per lo sviluppo delle competenze settoriali sono istituite per facilitare la certificazione delle competenze a livello transfrontaliero e quindi facilitare la mobilità professionale e aumentare il riconoscimento delle qualifiche a livello europeo all'interno di un settore.

Il consorzio METIS è composto da SEMI, Infineon, Bosch, X-Fab, Graphenea, Summa, Arcelik, Silicon Saxony, Imec, Technical University of Graz, Dresden Chip Academy, University of South-Eastern Norway, Technical University of Sofia, Budapest University of Technology and Economics, IAL FVG, Fast Track into Information Technology, European Association of Career Guidance, European Association for Women in Science, Engineering and Technology, CIMEA and Decision.

 

Per maggiori informazioni 
Marianna Muin - Email: marianna.muin@ial.fvg.it

Scopri di più sul tema: 

Scopri di più sul progetto: 

20/11/2019